Il raduno dell’Hoher Meißner: la Woodstock del 1913

Il Festival di Woodstock, si sa, fu una grande manifestazione giovanile che si tenne nell’agosto 1969 nella località di Bethel, negli Stati Uniti. Tuttavia 56 anni prima era accaduto qualcosa di molto simile in Germania: il raduno dell’Hoher Meißner.

Il monte Meißner è un rilievo di circa 750 metri, situato nel Kaufunger Wald nel centro della Germania. Questo luogo fu teatro di un evento eccezionale: l’11 e il 12 ottobre 1913 viene infatti organizzato il leggendario raduno dei gruppi di movimento giovanile e di riforma della vita.

Una sorta di Woodstock sul suolo germanico, organizzata dall’ultima generazione nata nel XIX secolo – che avrebbe da lì a poco conosciuto gli orrori della prima guerra mondiale – e che cerca di unire due fenomeni: da un lato, il Movimento Wandervogel, nato nel 1896, che punta a riportare l’uomo a una dimensione libera e naturale e, dall’altro, le leghe della libera gioventù tedesca.

In termini più prettamente storiografici, si tratta di una protesta contro la pomposa germanomania che caratterizza le coeve celebrazioni per il centenario della Battaglia di Lipsia, avvenuta nel 1813.
I partecipanti sono oltre duemila: si piantano tende, si organizzano escursioni nei boschi, si canta, si discute. Qualcosa di molto simile a ciò che avverrà nel 1969 dall’altra parte dell’Oceano.

Image result for fidus hohe wacht

Il simbolo dell’assemblea sull’Hoher Meißner. Realizzato dal riformatore Fidus, presenta uomini nudi cinti di spada che levano fieri gli occhi al cielo.

Uno dei più importanti oratori è Ludwig Klages, che parla ai giovani e spiega loro che la modernità è il pericolo maggiore perché minaccia i boschi della Germania e l’essenza del principio vitale tedesco. Klages esorta a diffidare della tecnica che distrugge la natura e sollecita il ritorno a una vita genuina.

Walter Benjamin (1892-1940)

All’Hoher Meißner partecipa anche un giovane Walter Benjamin. È uno degli oratori del raduno e nel suo discorso afferma che si potrò parlare di una gioventù tedesca realmente libera solamente quando l’antisemitismo e lo sciovinismo cesseranno di giocarvi un ruolo.

Questo è l’appello del pedagogo Gustav Wyneken:

Dovrà forse accadere che basterà gridare al vostro indirizzo determinate parole, Germania o nazionale, per udirvi applaudire o inneggiare alla vittoria? Ogni intrigante ciarlatano potrà riscuotere da voi il dazio dell’entusiasmo solo perché ha indossato l’uniforme dello slogan giusto?

In conclusione i partecipanti al raduno danno vita alla cosiddetta «formula del Meißner» in cui si dichiara che “la liberà gioventù tedesca plasmerà la propria vita nello spirito di responsabilità e verità”. E delibera che “da tutte le manifestazioni della libera gioventù tedesca saranno banditi l’alcool e la nicotina!.

Bandire alcool e nicotina! Non sorprende che il movimento non darà mai vita a una rivoluzione.

Fonti:

  • F. ILLIES, 1913: l’anno prima della tempesta, Rcs, Milano 2014, pp. 237-39.
  • W. BENJAMIN, Metafisica della gioventù: scritti 1910-1918, Einaudi, Torino 1982.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...